Vento d’Indonesia

Corre
In un vestito magenta
Lungo il ciglio della strada
Nel suo kampung
Polvere e case
Senza fondamenta.
Si ferma
Corre
Rallenta
Tra campi di riso e rifugi
Assetto instabile
Nessuna certezza
Lei corre.
In mano
Del tè al gelsomino
In una bustina
Capelli neri al vento
(Corre)
Nessuno la ferma
Animo ingenuo
Ignaro
(Corre)
Di tutto ciò che c’è oltre il fiume
Il centro del mondo
Non supera la staccionata
Il centro del mondo
(Corre)
È Giava.
Il grido di un veditore
Reclama frutta speziata
Un becak arrugginito
Al centro della carreggiata
Sfida il futuro
Non vi è alcuna fermata.
Tutto è lasciato al caso
Una signora intreccia foglie di palma
Qui, la gente
Non perde mai la calma
Metallofoni intonati
Scuotono la terra
Vibrando
L’aria trema
La bimba corre
Ma non vi è alcun affanno
Il vento d’Indonesia
La insegue
Intonando il suo canto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *